Novità     Privati     Imprese     Soci     Territorio    

Comunicato per i Soci

Cari Soci,

mi avrebbe fatto piacere, come ogni anno, essere con voi sul territorio e incontrarvi personalmente, purtroppo, però, la terribile tragedia del corona virus ci obbliga a mantenere il distanziamento sociale.   E allora colgo l’occasione per scrivervi per condividere con voi alcune importanti riflessioni.

In questi tre anni di presidenza ho voluto dare assoluta priorità al “fare” piuttosto che lasciare spazio a “parole e proclami” e credo che il miglior esempio sia rappresentato dalla realizzazione della nuova sede della nostra Banca.  Dopo oltre trent’anni di “parole” poco più di un anno fa abbiamo avviato un’opera straordinaria e complessa che rappresenta un’opportunità unica per la banca e anche un presupposto fondamentale per la sua crescita futura.  E sono molto orgoglioso di potervi dire che entro due anni questa opera sarà pronta.

Ma non basta. Ho lavorato per rafforzare la nostra Banca da un punto di vista economico e patrimoniale.  Come tutti sapete un indicatore fondamentale di buona capacità di fornire il credito è rappresentato dal rapporto tra crediti deteriorati e totale crediti.  All’inizio della mia Presidenza questo rapporto era superiore al 26%, un dato molto grave ed allarmante. Oggi dopo tre anni di Presidenza si è scesi al 12%, mai così bassi e entro fine anno contiamo di scendere sotto il 10% in linea con gli standard di gruppo e tutto ciò assicurando il sostegno allo sviluppo economico delle nostre comunità.  Oggi la nostra Banca è sicura e ben gestita e questo è molto importante non soltanto per le famiglie che hanno affidato i propri risparmi, ma anche per poter svolgere appieno il nostro ruolo di banca del territorio, infatti prima di essere banca del territorio, bisogna essere innanzitutto banca, solida, forte e sicura, con un tier 1 (indice di solidità patrimoniale) pari al 24%. Anche quest’anno il risultato economico di gestione è stato positivo con un utile di 1,6 milioni.

La pandemia ha messo a dura prova il territorio, le famiglie, gli imprenditori e gli artigiani. La nostra Banca ha fatto tanto e mi fa piacere ricordare soltanto alcuni interventi tra quelli più recenti:

  • La nostra Banca ha deliberato contributi speciali per circa 150 mila euro a favore degli ospedali di Palestrina, Subiaco e Alatri per l’acquisto di macchinari sanitari urgenti
  • a fine febbraio, ben prima che venisse promulgato alcun decreto e prima tra tutte le banche laziali ha concesso a famiglie, partite iva, imprenditori e imprese la moratoria sulle rate di mutuo fino a fine settembre, con la possibilità di allungamento delle scadenze. La nostra Banca ha accolto oltre 1500 richieste per un valore complessivo di quasi 130 milioni di euro
  • per far fronte alle esigenze di liquidità ha approvato fidi temporanei per i nostri soci e clienti e ha ricevuto oltre 150 domande per oltre 3 milioni di euro
  • ha deciso di accogliere tutte le richieste di finanziamento per liquidità fino a 25 mila euro e ha praticato per i soci il tasso dell’1,3% (2,4% per i clienti non soci), dando prova evidente dei vantaggi dei soci. Ad oggi la banca ha quasi raggiunto le 1.500 domande per un valore potenziale di quasi 37 milioni
  • nel primo trimestre ha erogato oltre 50 milioni di nuovi affidamenti per soci e clienti. Mai la banca aveva erogato così tanto in un trimestre.
  • l’individuazione di una nuova direzione generale che ha saputo apportare nuove competenze manageriali permettendo alla nostra Banca di fare un salto di qualità

Potrei andare avanti parlandovi ancora di tante iniziative ma non voglio rischiare di essere noioso. Ribadisco il mio obiettivo primario di essere vicino ai soci e clienti e al territorio, non a parole ma con numeri e fatti.  Altrettanto importante per me è gestire la nostra Banca in modo sano e prudente senza conflitti di interesse per evitare che quanto sfortunatamente successo in altre realtà bancarie non abbia mai ad accadere da noi, prestando grande attenzione alla qualità del credito e proteggendo la nostra Banca da chi dovesse cercare di mal interpretare o, peggio, snaturare i valori della vicinanza al territorio e della vocazione mutualistica della banca stessa da me pienamente condivisi e concretamente realizzati.

Io sono sempre molto presente in banca e sul territorio, ma per facilitare il contatto con tutti i soci anche durante questo periodo di gravi restrizioni, metto a vostro disposizione la mia e- mail:

amelio.lulli@bancacentrolazio.net

Sarò lieto di poter ricevere contributi e osservazioni e di poter rispondere a eventuali domande.

Auguro a voi soci che tutto possa andare per il meglio e colgo l’occasione per rivolgervi un caloroso saluto.

Il Presidente

Amelio Lulli

Scarica il documento in formato PDF